Codici di pronto soccorso: cosa significano e come interpretarli

Home/Post/Codici di pronto soccorso: cosa significano e come interpretarli

Quando si verifica un infortunio o un incidente, la situazione dei soggetti coinvolti viene valutata con il sistema del Triage (termine francese che significa “smistamento”), che assegna i codici di pronto soccorso secondo la gravità delle lesioni riportate dagli infortunati e il loro quadro clinico generale. Questo metodo permette agli operatori professionali di stabilire delle priorità all’arrivo dei pazienti al Pronto Soccorso, dando la precedenza ai soggetti con situazioni più a rischio di altre.

I Codici di pronto soccorso sono contrassegnati da colori che rendono universalmente identificabile l’urgenza del trattamento e chiariscono a prima vista la situazione del soggetto. Questi colori stabiliscono dunque la priorità da dare al paziente, in base alle sue condizioni, e rendono le procedure di soccorso più efficienti.

codici pronto soccorso

In ordine di gravità, i quattro codici colore assegnati durante il Triage sono:

  • Codice Bianco: indica che non c’è nessuna urgenza. Il soggetto in questione non ha bisogno del pronto soccorso e può rivolgersi al proprio medico.
  • Codice Verde: urgenza minore. Il paziente riporta delle lesioni, come traumi minori, fratture ecc., o lamenta dei sintomi che non interessano le funzioni vitali, ma devono comunque ricevere delle cure.
  • Codice Giallo: urgenza. Il paziente presenta una parziale compromissione delle funzioni dell’apparato circolatorio o respiratorio, lamentando dolori intensi. Non c’è un immediato pericolo di vita, ma necessita urgentemente di un controllo medico.
  • Codice Rosso: emergenza. Il soggetto ha almeno una delle funzioni vitali compromessa, e si trova in immediato pericolo di vita. Situazioni di questo tipo sono: stato di shock, perdita di coscienza, respirazione interrotta, arresto cardiaco, emorragie e traumi molto gravi.

Può capitare che, durante l’attesa, le condizioni del paziente peggiorino; in questo caso viene assegnato un diverso codice colore, più urgente di quello precedente.

Esistono inoltre anche altri codici di pronto soccorso che possono essere utilizzati in ambito ospedaliero:

  • Codice Nero: paziente deceduto.
  • Codice Arancione: il paziente è contaminato. Situazioni di questo tipo si verificano in presenza di un’emergenza NBCR (Nucleare Biologico Chimico Radiologico).
  • Codice Blu: funzione vitale compromessa. Codice assegnato fuori dal reparto ospedaliero dal personale di soccorso che sta effettuando operazioni di rianimazione quali il BLS (Basic Life Support) o la DAE (defibrillazione con defibrillatori automatici).

Per gli Addetti al primo soccorso aziendale è importante conoscere e saper interpretare i codici di primo soccorso in quanto, tra i loro compiti, ci sono quelli di effettuare gli interventi di Primo Soccorso per quanto di loro competenza, far arrivare nel più breve tempo possibile un soccorso adeguato con ambulanza e informare il personale sanitario sullo svolgimento delle varie fasi dell’infortunio. Tutte queste nozioni vengono fornite e approfondite durante i corsi di formazione e aggiornamento che l’azienda deve assicurare al personale preposto alla tutela della sicurezza e della salute sui luoghi di lavoro.

Vuoi saperne di più? Contattaci!

 

Written by

The author didnt add any Information to his profile yet